A cura di Francesca Valan

Acquista

Tipologia di attività: workshop
Età: dai 5 anni
Periodo dell’attività: dal 5 al 17 maggio

Lo sapevate che si mangia prima con gli occhi che con la bocca?
L’occhio vuole la sua parte e l’aspettativa costituisce una parte importante del gusto, dunque il colore diventa un elemento “primario” del sapore: la presenza dei coloranti artificiali nei cibi fa sì che i condizionamenti di colore, che vengono percepiti fin dalla nascita, possano essere controllati con un’educazione che ne spieghi i meccanismi. Pochi sanno che alla base della colorazione “naturale” dei cibi vegetali c’è un numero molto limitato di pigmenti che combinati assieme creano le infinite gamme dei colori che conosciamo: li scoprite in questo workshop, dove in una cucina piena di frutta e verdura ci si confronta con i colori veri del cibo e gli “intrusi”! Un gioco che rende consapevoli i bambini dell’importanza del colore dei cibi, per riconoscere quelli colorati artificialmente.

Francesca Valan è una designer del colore: studia, progetta e definisce i colori per prodotti di vari settori, dall’elettronica ai giocattoli e dagli articoli sportivi all’abbigliamento, e propone un laboratorio che nasce dall’importanza che l’elemento “colore” riveste – anche – nel cibo con cui ci relazioniamo ogni giorno.

Le visite sono organizzate in turni d’ingresso
Da martedì a venerdì: 17.00-18.30
Sabato e domenica: 10.00-11.30; 11.30-13.00; 14.00-15.30; 15.45-17.15; 17.30-19.00

Grazie al sostegno di

1GNT_10       GRAPHI + www copia       LOGOEDY